franco d'angiolilloFrancesco D’Angiolillo nasce a Cicerale(SA), un grazioso, accogliente paese dell’entroterra cilentano, nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.
In questo paese acquisisce, nei primi anni della sua vita, esperienze straordinarie, le stesse che gli permetteranno, nel corso della sua maturità, di poterne rinnovare il ricordo attraverso il canto, facendo riferimento soprattutto ai significativi momenti di vita vissuta, alla gente ricca di umiltà e di operosità, ai paesaggi tinti di verde cangiante, luoghi di pace assoluta. Nel suo paese natale, inoltre, impara il musicale dialetto cilentano, quello più universale all’interno del Cilento; quello che adopererà, poi, per i suoi canti in forma dialettale.
All’età di dodici anni, insieme alla sua famiglia, si trasferisce ad Ascea Marina, altro straordinario paese del Cilento marino, che si affaccia sul mare sconfinato di Velia, luogo rinomato in tutto il mediterraneo, pur se in un lontano passato, per il suo di grande valore scientifico, medico, filosofico e non per ultimo termale, con Elea-Velia.
In questa località, dove tuttora vive, fa proprie nuove esperienze, legate soprattutto “all’amico mare”, tanto da portarlo ad essere un profondo conoscitore del mondo marino, in senso lato; soprattutto a farlo riconoscere, per quanto concerne il lato artistico, come il “Cantore del mare”.
Le significative esperienze vissute sia a Cicerale, paese verso il quale egli esprime, sempre, dovuta riconoscenza, che ad Ascea Marina, arricchiscono profondamente il suo vissuto; gli offrono l’opportunità di cantare storie realmente toccate con mano; di raccontare attraverso la musica, di vita contadina e marinara con la stessa intensità, ma soprattutto con lo stesso, incontrastato amore.
L’artista, laureatosi in Lettere Moderne all’Università di Salerno, insegna da trent’anni, coniugando la sua professione con l’amore per la musica popolare e con la storia dei suoi luoghi di origine; con l’orgoglio che ogni vero cilentano dovrebbe, sempre, possedere ed esternare, perché no, anche con l’Arte.

 
Si putesse

Si putésse

Album, 2007

L’ultimo album, appena pubblicato, risulta già essere un lavoro musicale ricercato. Attraverso questa raccolta l’autore mostra una crescita musicale, secondo gli esperti del settore, marcata e di qualità. Egli esprime, con “Si Putesse”, una maturità professionale ancora più accentuata, dove l’espressione verbale e musicale nasce dall’intimo del proprio io con forza e determinazione.
Inclusa nel cd una presentazione multimediale per PC con testi delle canzoni e foto.
Bella ed accattivante la grafica degli elementi che compongono il lavoro.

Li canti ca re lu mare cundano

Li canti ca're lu mare 'cùndano

Album

Una corposa raccolta di canti dedicati al mare, pubblicata insieme ad un libro contenente: testi , foto d’epoca, storie di pescatori e proverbi marinareschi, all’interno del quale è possibile anche consultare un glossario con le spiegazioni dei termini più difficili da comprendere.

con il mare negli occhi

Con il mare negli occhi... e nel cuore

Romanzo

Questo romanzo suggella il forte legame che unisce l’autore al mare, quello cilentano.
Una novella ricca di messaggi e di significati alle nuove generazioni; un racconto con un particolare protagonista, difensore estremo del mondo marino con modi del tutto particolari, sicuramente apprezzabili e mirabili; un giovane marinaio che vive una storia semplice, che predispone il lettore, ma soprattutto all’amante del mare, ad un’attenta meditazione.

Get the Flash Player to see this player.


Get the Flash Player to see this player.